Le cose da fare e da non fare nell’uso delle salviette disinfettanti

Usare le salviettine disinfettanti nel modo corretto non è così scontato. Quando si utilizza un prodotto di questo tipo bisogna sempre sapere cosa si può fare e cosa no, quali sono le controindicazioni o gli effetti indesiderati di un uso sbagliato.

Cosa cercare di fare dunque quando si usano le salviette disinfettanti? La prima cosa da ricordare è che i disinfettanti più comunemente usati sono quelli a base d’acqua. Questi sono quelli solitamente più ricercati dagli utenti per la pulizia delle mani o per la sanificazione dell’ambiente abitativo. Anche negli ospedali e negli spazi medici e ambulatoriali vengono usati questi presidi, i quali vanno però usati nel modo corretto senza esagerare con il prodotto. Questo infatti può contenere sostanze chimiche e essere nocivo alla salute. Dunque si consiglia sempre di usare questi prodotti con parsimonia.

Si può usare per pulire le cose fino a quando non si abusa della quantità di alcol che c’è dentro, per questo è bene controllare gli ingredienti che compongono la soluzione per capire quanto prodotto può essere utilizzato e con quale frequenza.

Un altro elemento per disinfettare è l’uso di un sapone antibatterico con alcol. Funziona anche sulla carta, ma solo per un breve periodo di tempo. In questo casi si può usare questo tipo di prodotto sulle mani, se è indicato per questo specifico utilizzo, oppure su superfici lavabili per eliminare sporco e batteri.

Una delle cose più importanti da ricordare è di non usare salviette con composti perfluorurati (PFC), tra cui la candeggina al cloro, che causerà danni al tessuto che dovrà essere sostituito. Se avete animali domestici in casa, dovete assicurarvi che stiano lontani dalla soluzione disinfettante. Questo accorgimento è molto importante affinché il vostro animale non venga in contatto con queste sostanze potenzialmente nocive. La candeggina al cloro reagisce con la pelle e rilascia gas di diossina. È stato dimostrato che provoca il cancro e distrugge anche le cellule sane: state dunque molto attenti quando usate questo genere di disinfettante.

Dovete anche fare attenzione quando pulite con la candeggina perché c’è il rischio di irritazione della pelle. Non usate mai la candeggina come detergente in casa vostra senza usare i guanti protettivi.. Assicuratevi di indossare guanti e occhiali protettivi mentre lo fate. Non usate la candeggina anche nel vostro bucato o se lo fate, bisogna usare una quantità bassa. Usate invece un qualche tipo di detersivo per il bucato.

Se vuoi leggere di più su quanto scritto, visita il sito sceltaguantiprotettivi.it